Via del Quadraro 102, 00174 Roma, Italia
+39 06 42014109
+ 39 06 42000442
programma

Chi siamo

Il Bnl Media Art Festival è un’iniziativa della Fondazione Mondo Digitale realizzata in coproduzione con BNL – Gruppo Bnp Paribas.

Con il successo dell’edizione pilota (febbraio 2015), il Festival si è affermato in Italia come il luogo per eccellenza dedicato alle relazioni tra arte e nuove tecnologie e ha da subito colmato la mancanza di riferimenti sulla media art. Il nuovo obiettivo è costruire un progetto che consideri il Festival il punto di riferimento principale ma che si strutturi come un progetto di durata annuale. Un centro di produzione e di ricerca, grazie alle attrezzature della Palestra dell’Innovazione, che accolga artisti, critici ed esperti per l’interoanno e che veda il Festival come il principale evento internazionale.
L’iniziativa crea un ponte tra musei, centri culturali, università, scuole e aziende, strutturandosi su tre macrolivelli: cultura, educazione e ricerca.

  • Cultura. Il Festival dà visibilità alle eccellenze nazionali e internazionali del settore, grazie alla call for artists sono chiamati ad esporre sia giovani emergenti sia artisti di fama internazionale. Durante i giorni del Festival, performance, concerti, tavole rotonde, con i maggiori ospiti internazionali, accompagnano il visitatore nel mondo della media art.
  • Educazione. Dieci artisti in dodici scuole di Roma, Milano e Napoli lavorano lavorando in team con i ragazzi per la creazione di un’opera, performance o video, da presentare nel contesto del Festival. L’opera migliore viene selezionata e premiata. Il Festival propone alle scuole anche visite guidate, eventi e workshop.
  • Ricerca. Il Festival dà la possibilità di aggiornarsi sulle recenti ricerche artistiche e teoriche sul rapporto tra arte e tecnologia. Professori, curatori, esperti, artisti, attraverso incontri, lecture, nuovi eventi come gli “aperitivi con l’arte”, espongono le loro ricerche sul passato, il presente e il futuro della media art.

Arte e oltre
Arte e tecnologia non è solo un connubio artistico e culturale. L’evento può diventare anche un motore per l’imprenditorialità giovanile nel settore delle attività culturali e creative che usano le nuove tecnologie. Performance sonore, video arte, tecnologia applicata ai beni culturali e all’artigianato, design e arte digitale. Sono molte le sfaccettature della media art e il Festival, che rappresenta una novità assoluta nel panorama artistico, sociale e tecnologico italiano, vuole valorizzarle al massimo.
Per la prima volta in Italia una grande comunità fatta di giovani, associazioni, scuole, aziende e istituzioni, con cui la FMD lavora da tempo, coinvolge anche la comunità degli artisti digitali, inventori ed esploratori delle nuove frontiere della tecnologia. Il format classico del festival è rielaborato creando un vero e proprio laboratorio di produzione diffusa.

Festival e centro di produzione
Durante l’anno gli artisti sono chiamati a produrre progetti e contenuti attraverso gli strumenti tecnologici della Palestra dell’innovazione della FMD. I lavori realizzati durante workshop e laboratori collaborativi hanno la possibilità di presentati durante l’anno davanti a critici e curatori, ed essere selezionati ed esposti all’interno del Festival. Come anche la possibilità di essere esposti in contesti originali grazie all’eterogeneità di FMD: la media art può così conquistare con successo un pubblico molto diversificato.

Perché BNL
In un mondo che cambia, anche l’arte è cambiamento. È la voglia di raccontare il presente con uno sguardo al futuro. È la bellezza che nasce dall’incontro tra visione e ispirazione. È una scintilla in grado di generare infinite connessioni. BNL crede in un’arte che possa arrivare ovunque. Perché è solo attraverso la condivisione che le grandi idee si trasformano in un bene comune.

Il network che supporta l’iniziativa
Patrocinio di MIBACT, Regione Lazio e Roma Capitale. Collaborano Samsung, Google Cultural Institute, MAXXI, Rufa, Quasar, Goethe Institut, Accademia di Spagna, Ambasciata degli Stati Uniti d’America, Ambasciata d’Israele, Ambasciata del Cile, Ambasciata dell’Ecuador, Ambasciata di Francia. Media partner: Rai, Wired, Inside Art.

 

Struttura organizzativa

Presidente

  • Tullio De Mauro

Comitato promotore

  • Alfonso Molina (Fondazione Mondo Digitale)
  • Sean Cubitt (Goldsmiths, University of London)
  • Onofrio Cutaia (Mibact)
  • Giovanna Melandri (Fondazione MAXXI)
  • Anna Boccaccio (BNL Gruppo Bnp Paribas)
  • María Ángeles Albert de León (Ministero della Cultura spagnolo)
  • Oliver Grau (Danube – University Krems)
  • Gabriele Kreuter-Lenz (Goethe-Institut Roma)
  • Fabio Mongelli (Rufa – Rome University of Fine Arts)
  • Luna Todaro (Quasar Design University)
  • Gaby Wijers (Lima- Living Media Art Foundation)

Direttore artistico

  • Valentino Catricalà

 

Un'iniziativa di
Con il patrocinio di
Media Partner
In collaborazione con